Gli scacchi in rime

I pedoni sono un muro .... dietro cui stà un Re sicuro.
E' certo: ti rompi il collo ....  se lasci il centro senza controllo.
Troppe mosse di pedone .... così gioca lo sprecone.
Giochi sol con la Regina? .... la tua fine si avvicina.

Avanza il pedone metro su metro? ....fai attenzione non torna mai indietro!
Il cavallo laterale .... tante volte porta male.
Il cavallo messo a lato .... è un cavallo dimezzato.
Chi dà scacco senza scopo .... se ne pente prima o dopo.
Quando un pezzo è condannato .... muove come un disperato.
Tante Regine presenti al gran ballo .... ma il Re contento rimane in stallo.
Chi spreca mosse in apertura .... rema incontro alla sventura.
Contro i pedoni uniti a catena .... ogni nemico arretra e poi frena.
Tenere i pezzi in casa di partenza .... non è proprio una gran scienza
Una torre è sempre all'erta .... in colonna semiaperta.
I pedoni di gambetto? .... uno lo prendo, due non gli accetto.
Questo alfier dove lo metto? .....verso il centro oppure in fianchetto?
Quando il tuo Re è sotto scacco .... non puoi certo pensare all'attacco.
Se su un fianco subisci un attacco .... fai al centro il tuo contrattacco.
Con gli arrocchi contrapposti ....  vai coi pedon, costi quel che costi.
Un fianchetto senza alfiere .... è una porta senza portiere.
Case indifese da alcun  pedone ....per i cavalli sono poltrone.
Povero il Re costretto al bordo ....sarà infilzato come un tordo.
Da un continuo scacco perenne .... il difensore ne esce indenne.
Quando vedi  Dama e alfiere .... stai attento, c'è il Barbiere.
Dai suoi pezzi Re circondato ....da un cavallo fu affogato.
Torre messa presto in gioco .... quasi sempre dura poco.
Lo sviluppo e  poi l'arrocco .... e non perdi come un brocco.
Chi non mette pezzi in gioco .... vuol giocare contro il fuoco.
Quando il re se ne va in gita .... ti fa perder la partita.
Se temi le prime scintille .... prendi lo scacco dell'imbecille.


(da Scuola scacchi Notarstefano)

2020  Garfagnana Scacchi   globbers joomla templates